Presentazione

Dalla piccola piazzola con la fontanella delle "Scotinere" a fianco del Campiello del Trvivio, potete avviarvi lungo un interessante percorso escursionistico che porta fino a Terragnolo, attraverso un itinerario fatto di antichi sentieri e mulattiere che si snodano in un ambiente tra i più interessanti della Vallagarina. Potrete così apprezzare le notevoli bellezze naturali e paesaggistiche di una valle ancora selvaggia e incontaminata e provare nel contempo quella fatica che quasi quotidianamente le donne di Terragnolo, fino agli Cinquanta del secolo scorso, provavano nel risalire verso casa, dopo aver venduto in città i prodotti della loro terra, legna, patate, funghi, ciliegie, uova, fiori e particolarmente il latte. A queste donne, umili e forti, è dedicato questo itinerario che vuole anche simboleggiare quel cordone ombelicale che univa Terragnolo a Rovereto tramite attività di piccoli commerci indispensabile per integrare i magri bilanci familiari. Un incontro tra valle e città.
Il percorso si sviluppa attraversando agglomerati rurali, paesaggi terrazzati, ambienti che solo camminando possono svelare sorprese incredibili quali fiori di rara bellezza, animali, muretti a secco particolari, respirare il contatto con la natura. Il percorso, punteggiato da 6 bacheche informative e 12 punti informativi telematici, per un lungo tratto coincide con l'antica mulattiera in parte realizzata ed ampliata dal principe Eugenio di Savoia nel 1701, la cosiddetta “strada vecia dei Teragnoi”.

torna indietro